IL PRIMO BACIO OMOSESSUALE SUI MURI DI ROMA E’ QUELLO FRA DUE DONNE

IL PRIMO BACIO OMOSESSUALE SUI MURI DI ROMA E’ QUELLO FRA DUE DONNE

IL PRIMO BACIO OMOSESSUALE SUI MURI DI ROMA E’ QUELLO FRA DUE DONNE

Lunedì 1 Marzo presso la Metro B Jonio in via Scarpanto alle ore 16.00 verrà inaugurato il murale realizzato per Gay Help Line dallo street artist Krayon, con la collaborazione dell’agenzia Zon Productions e del Municipio III di Roma Capitale.

Il murale in pixel art di Krayon rappresenta il bacio alla luce del sole fra due ragazze, e riporta il numero verde Gay Help Line 800.713.713, contact center contro l’omotransfobia che ogni anno riceve circa 20.000 contatti, offrendo ascolto e supporto alle vittime. insieme a Croce Rossa Italiana gestisce l’accoglienza di giovani vittime di violenza con la casa-famiglia Refuge LGBT.

“dopo ben otto anni dalla prima richiesta di autorizzazione per un murale che rappresentasse la comunità LGBT+ (lesbiche, gay , bisex e trans) nella capitale, per la quale ringrazio il fondatore di Gay Help line Fabrizio Marrazzo insieme al municipio III siamo riusciti a realizzare questa opera d’arte per la cittadinanza, un  gesto d’amore fra due ragazze, che al tempo stesso onora e promuove il prezioso servizio di Gay Help Line che da 15 anni risponde a migliaia di richieste di aiuto in tutta Italia” – dichiara l’attore Pietro Turano per Gay Help Line – “iniziative come questa sono fondamentali per la promozione di una cultura inclusiva, ma è importante che le istituzioni e le amministrazioni si impegnino concretamente ogni giorno nel supporto di progetti di contrasto alle discriminazioni, perché le associazioni non restino sole in questa battaglia faticosissima”

Conclude Turano: Il muro si trova a pochi passi dalla targa in memoria di Paolo Seganti a cui il numero verde è dedicato (primo monumento romano in commemorazione di una vittima d’omofobia) e prima di oggi nessuna istituzione pubblica in Italia aveva mai autorizzato murales con un bacio fra due donne o due uomini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto